Chi è Diego Fusaro

“Non conosciamo alcuna mèta, siamo solo un cammino”. (M. Heidegger)

Non amo descrivermi: e, tuttavia, preferisco che a farlo sia io e non il ‘si dice’ di heideggeriana memoria. Mi considero allievo indipendente di Hegel e di Marx, di Gentile e di Gramsci.
Intellettuale dissidente e non allineato, sono al di là di destra e sinistra. Se, infatti, la sinistra smette di interessarsi a Marx e a Gramsci, occorre smettere di interessarsi alla sinistra: e continuare nella lotta politica e culturale che fu di Marx e di Gramsci, in nome dell’emancipazione umana e dei diritti sociali.
Ho una passione durevole per la filosofia e un amore sfrenato per il mare, immagine mobile della libertà.
Credo nelle idee che sostengo e non le baratterei per nulla al mondo. Odio gli indifferenti e gli opportunisti.
Non voglio avere nulla a che fare con i servi e con il pensiero unico.  Resto convinto che in filosofia la via regia consista nel pensare con la propria testa, senza curarsi dell’opinione pubblica e del coro virtuoso del politicamente corretto.  Diego Fusaro




(Visited 603 times, 603 visits today)

21 Responses to Chi è Diego Fusaro

  1. Sabrina ha detto:

    La nascita di un movimento culturale nazionale, sotto la tua guida, è davvero la grande notizia che attendevamo per il nostro Paese, che finalmente si riapre ad un orizzonte di vera speranza! Forza Diego, non smettere mai di crederci, ascolta il tuo cuore e insieme potremo incamminarci verso il futuro che ci appartiene e contribuire alla costruzione di un mondo più umano.
    Con stima e fiducia,
    Sabrina

  2. Giuliana Nerla ha detto:

    Felice per la nascita di un movimento basato sulle idee sostenute da Diego Fusaro, intellettuale che, fra i tanti asserviti al potere, riesce a differenziarsi e a lottare per l’emancipazione umana e per i diritti sociali, e perché tutti acquisiscano coscienza che “Il futuro è nostro”!

  3. Francesco Bombino ha detto:

    Non c’è che dire!! Un po’ di “aria fresca” fa bene al cuore e alla mente. Mi piace congedarmi da questa breve mia presentazione a questa iniziativa del filosofo Diego Fusaro con una frase ( che non è mia ) : cerca di essere uomo prima di essere gente. Francesco Bombino

  4. Complimenti! Finalmente una figura intellettuale scultorea.

  5. Renato Bajardo ha detto:

    Auguro a tutti noi che la tua azione rimanga sempre coerente con le idee che sostieni.

  6. Rossella ha detto:

    Da tempo seguo con vivo interesse il pensiero del Prof. Fusaro e la nascita di questo “movimento culturale” è per me motivo di grande gioia. Tutti uniti per una nuova Italia!

  7. Rossella ha detto:

    Da tempo seguo con vivo interesse il pensiero del Prof. Fusaro e la nascita di “questo movimento culturale” è per me motivo di grande gioia. Tutti uniti per una nuova Italia!

  8. fabio ha detto:

    Da diversi mesi seguo diverse trasmissioni televisive dove e presente il signor fusaro,e son contento di vedere i politici in grossa difficolta ,quando vengono fuori certe verità scomode,grazie fusaro continua cosi

  9. mina ha detto:

    Caro Diego
    Il mio commento è quello di un incoraggiamento di tutto cuore! Continua con i tuoi nobili ideali, ad illuminare le menti di coloro che, ormai, sono solo concentrate sul mero “uti”, dimenticando il “frui”, la bellezza e l’istruzione che proviene dall’insegnamento dei grandi – come Gramsci.
    Oggi, di personaggi “gramsciani”, ovvero intellettuali onesti ed umani ce ne sono pochi. (Saviano)
    Continua a lottare per il Bello e il Giusto – dunque continua imperterrito e non lasciarti mai intimidire. Noi, i tuoi amici, ti sosteniamo.

  10. Anglotedesco ha detto:

    Speravo in un movimento dove c’eri dentro anche tu e gente equilibrata.Al diavolo Lega e Salvini

  11. Giuseppe ha detto:

    Finalmente un intellettuale degno di questo nome ! Una voce fuori dal coro dei prezzolati della politica ; questa massa informe, acefala, senza ideali, asservita ad una elite finanziaria che ha letteralmente spolpato questo paese e che oggi, senza un minimo di decenza, si ripropone alla guida del paese , con la presunzione di essere i depositari dell’unica miracolosa ricetta per uscire dalla crisi.

  12. Amo anche io il mare come Diego, che ammiro per la sete che ha del mare del sapere. Questa sete ha ai miei occhi grande valore anche, perchè è un lavoro, un lavoro faticoso di studio sui libri, che data la mole è giusto sia riconosciuto. Nell’attuale clima italiano, Diego è un po’ un miracolo che tiene accessa la fiammella della speranza, è l’esempio che chi non abbandona le sue aspirazioni, può cambiare anche individualmente un po’ il mondo. Facciamo il tifo per lui e aiutiamolo, in modo che una nuova Italia sia possibile.

  13. TL ha detto:

    Grazie, Diego Fusaro

    • Vincenzo ha detto:

      Caro Maestro Diego Fusaro,
      grazie per il tuo impegno civico a favore degli ultimi e degli sfruttati, in una società che fa finta di non vedere.
      Continua così e se vuoi spero che tu possa anche rappresentarci nelle adeguate sedi istituzionali.
      Bravo!

  14. Stefania ha detto:

    Salve Diego ritrovo nelle tue parole le parole del mio professore di filosofia presso il liceo classico Vittorio Emanuele II di Palermo che fu l’unica voce fuori dal coro degli adulti di riferimento quando venne firmato il trattato di maastricht nel 1992, anno in cui occupammo la scuola operando in quei giorni non una vandalizzazione della nostra amata scuola bensì giorni di autogestione in cui con il supporto del nostro stesso preside, filosofo anch’egli, e del nostro prof. di filosofia analizzamo tale trattato e la riforma scolastica italiana dell’allora ministro Iervolino. Alla fine venne prodotto dai vari gruppi di lavoro formati dai ragazzi che la mattina venivano a scuola partecipando e analizzando, un documento depositato agli atti della scuola con le riflessioni e analisi fatte, riportando proprio pensieri di filosofi, poeti, scrittori, che ci richiamavano alla vigilanza su quanto stava accadendo e stava per accadere e ad essere menti pensanti e osservatrici sempre. Oggi mi ritrovo pienamente nelle tue parole, rievocando il disagio che vivo in questi anni nella mia amata terra, “sottomessa” ad un potere da cui mi sono lasciata annichilire nella lotta quotidiana alla ricerca di un lavoro stabile, remunerato, per poter sbarcare il lunario, e cercando sempre di mantenere le antenne tese su una cultura e ri-valut-Azione di ciò che sta accadendo a livello globale-mondiale. Parole abusate e stravolte nel loro significato dai pre-potenti. Sono interessata a seguire questo movimento culturale che già esiste e ti sostiene. Grazie per l’attenzione.

  15. maddalena ha detto:

    Scrivo qui il mio pogramma, visto che non ho trovato la mail:
    -marjuana libera, sia per scopi terapeutici che ludici
    -prostituzione femminile e maschile legalizzata
    -vacccini non obbligatori,anzi sconsigliati 8le esavalenti è mweglio farle da bambini)
    -divulgazione attiva di “buone pratiche” CHE SIANO DI AIUTO NEL DECORSO DELLE MALATTIE
    -libertò di cura
    -valorizzazione del nostro immenso e prezioso patrimonio natuerale e culturale
    -matrimonio permesso ma sconsigliato
    incentivazione di gruppi di donne che crescvono i figli con uomini che fungono da mediatori, inseminatori e magari v edsono i figli per qualche ora al giorno
    -refendum sull’uscita dall’euro e dall’europa
    -referendum sulla permanenza nella NATO
    -referendum validi senza quorum
    -stipendi fortemente ridotti alla clase politica ( con 3000euro al mese si vive bene!)
    -stipendi molto aumentati ad insegnanti,infermieri ed altri lavori socialmente utili
    -sconsigliare esami diagnostici preventivi, tipo il pap test il gran numero di tumori vodierno è dovuto anche loro!

  16. fabry ha detto:

    sii puoo faree

  17. Laura Cuppone ha detto:

    Carissimo Diego,
    parlarTi è come parlare ad un amico, un amico “riconosciuto”, tra mille e mille conoscenti anche perché a volte è difficile parlare anche a se stessi, raccogliere tempo, spazio e pace necessaria per farlo.
    Non sono una cultrice della “rete”, ma del silenzio e di una penna in mano, che danno libertà.
    Un libro ancora mi fa sognare e un pensiero fuori dalle righe mi fa credere di esistere.
    Il Tuo pensiero mi travolge perché è come se fosse il mio, per certi versi sotterrato per anni nella polvere illusoria, addormentato e ipnotizzato da falsi ideali, ma sempre irrequieto e con la sensazione che vi fosse qualcosa che non quadrasse, qualcosa di subdolo e camuffato da Bene, rivelatosi poi invece un male quasi universale.
    Un Fatto è, nel tuo caso (per quanto mi riguarda) Il Fatto, ciò che cioè mi porta a credere ancora in un pensiero che non resti solo fine a se stesso come una bella frase o citazione di qualcun’altro, ma che sviluppi in se l’essenza stessa del pensare con la propria testa, come dici tu più volte.
    Tale Fatto ha un’aggravante positiva: tale pensiero è comune al mio.
    Non credo assolutamente in nulla che mi sia propinato dalla diffusione mediatica, ne tantomeno da quella dei social, ma solo nella sana e vecchia analisi delle conseguenze come effetto di cause apparentemente dovute o volute dalla evoluzione sociale, rivelatesi invece nel tempo solo ed esclusivamente trappole mentali, invisibili malattie e sedativi, volti ad anestetizzare coscienze ed a rendere schiavi di un sistema disumano e disumanizzante, se mi passi il termine…
    Mi viene in mente un film, per citare anch’io un esempio forse non proprio di alto profilo filosofico, ma che rende l’idea della mia sensazione riguardo a questo, tale film è “Essi Vivono” di Carpenter.
    Ecco…ecco cosa intendo.
    Ti ringrazio per la possibilità che dai di poter comunicare con te in qualche modo, ti faccio i miei sinceri e sentiti complimenti per il tuo modo di porti, per il dono di te e del tuo essere presente a te stesso e agli altri, per la tua disponibilità all’ascolto e per la tua giovane età anagrafica, che racchiude in realtà una fervente e quasi magica e potenziale proprietà filosofica di Pensiero, pulito , sincero e indipendente.
    Ho acquistato “Pensare Altrimenti” e l’ho divorato in due giorni…
    Spero tu abbia modo di leggere personalmente le mail che inviamo e non debba delegare a collaboratori del tuo blog perché involontariamente verresti meno al tuo principio di attenzione al prossimo, che poi è uno dei motivi che mi portano a scriverti in questo momento.

    Grazie e a presto.
    Laura

  18. Silvana ha detto:

    Condivido appieno: idee di sinistra e valori di destra!
    Uniamo le nostre energie per rivelare finalmente la vera natura dell’Italia, popolo terra lingua cultura straordinari.
    Grazie Diego Fusaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Diego Fusaro