Il 35 % degli studenti delle medie non capisce un testo di italiano. E per di più la società li accusa, fingendo di non sapere che questo è il necessario esito del rimbecillimento di massa generato dalla società reificata delle “3 i”, della “buona scuola”, dell’alternanza scuola lavoro, del “consumatore-studente ha sempre ragione”, dell’autonomia scolastica (ossia competere tra scuole semplificando tutto).





“L’intellettuale non vede solo il presente ma anche il futuro; non vede solo il momento attuale, ma anche la meta verso cui l’umanità è indirizzata”. (J.G. Fichte, La missione del dotto)







(Visualizzazioni 193 > oggi 1)