“La neolingua era la sola lingua che si impoveriva di giorno in giorno”. Noi reagiamo richiamando lemmi desueti, in splendida veterolingua italica. La lingua di Dante e di Gioberti, di Gramsci e di Gentile, di Croce e di Manzoni, di Leopardi e di Rosmini. La resistenza parte dal linguaggio.


“La scienza è pur sempre un’ideazione che l’umanità ha prodotto nel corso della sua storia, sarebbe perciò assurdo se l’uomo decidesse di lasciarsi definitivamente giudicare da una sola delle sue ideazioni”. (E. Husserl, La crisi delle scienze europee)



(Visualizzazioni 431 > oggi 1)