E anche oggi “La Repubblica” mette in prima pagina i porti aperti


“Sai tu di che porti il lutto? Non è cosa morta solo da qualche anno, non si può dire esattamente quando esistette, quando passò: ma fu, è, è in te. Quel che tu cerchi è un tempo migliore, un mondo più bello”. (F. Hölderlin, Iperione)







(Visualizzazioni 331 > oggi 1)