Il bardo cosmopolita tuona ancora dal sontuoso attico di Nuova York


“Io non voglio fare né il martire né l’eroe. Credo di essere semplicemente un uomo medio, che ha le sue convinzioni profonde, e che non le baratta per niente al mondo”. (A. Gramsci, lettera al fratello Carlo, 12 settembre 1928)







(Visualizzazioni 331 > oggi 1)