Ieri sono stato nelle Calabrie,  ospite della nobile Città di Palmi, in territorio metropolitano di Reggio.
Ho ascoltato molte riflessioni e commenti sulle difficolta’ che vive ora la Città dello Stretto, e ciò mi dispiace.
Unisco la mia voce a quella dei tanti che, in questi giorni, chiamano in causa Giuseppe Bombino, quale persona capace di restituire a Reggio la dignità e il tempo perduti.
Giuseppe ha già dimostrato di saper servire senza essere servo di nessuno, incarnando ed esprimendo appieno i valori morali e culturali con cui vorremmo salvare la nostra Italia.





“Per quanto sia innegabile che in tutte le epoche coloro che erano in grado di elevarsi a un mondo ideale furono sempre una minoranza, mai come al giorno d’oggi, per ragioni che posso passare sotto silenzio, questa minoranza è stata così ristretta”. (J.G. Fichte, La missione del dotto)







(Visualizzazioni 1.615 > oggi 1)