Dopo il ridicolo pianto della Fornero, è ora la Bonino a lacrimare. L’ala destra liberista e l’ala sinistra libertaria sono sempre più simili. Sempre più unite nella riduzione del mondo al piano liscio del mercato deregolamentato, con annesso sfruttamento disumano del lavoro.


“Tendenza al conformismo nel mondo contemporaneo più estesa e più profonda che nel passato: la standardizzazione del modo di pensare e di operare assume estensioni nazionali o addirittura continentali”. (A. Gramsci, Quaderni del carcere)



(Visualizzazioni 2.511 > oggi 1)