La capitana liberata. Delrio & compagni (mi auguro l’appellativo non li offenda) esultanti!
Il GIP ha escluso il reato di resistenza e violenza a nave da guerra e ritenuto che il reato di resistenza a pubblico ufficiale sia stato giustificato dalla scriminante legata all’avere agito nell’adempimento di un dovere. La scelta del porto di Lampedusa inoltre non é stata strumentale, ma obbligatoria-dice-perché i porti della Libia e della Tunisia non sono porti sicuri.
Argomentazioni che prima ancora che tecniche appaiono chiaramente politiche!
Ed a questo punto una riflessione si impone, ed é, nella specie, tutta politica:
Quanto é legittimo un provvedimento che di fatto delegittima l’autorità di un governo, emesso da un magistrato i cui organi di autogoverno (il CSM) sono di fatto delegittimati da uno scandalo epocale perché invischiati in un sistema criminale che risulterebbe in combutta proprio con quel partito i cui eroici rappresentanti si trovavano a bordo di quella nave?
Non vi sembra un conflitto di interesse?!


“Fa parte della mia felicità l’impegnarmi perché molti altri comprendano ciò che io ho compreso e perché il loro intelletto e i loro desideri si accordino con i miei”. (B. Spinoza, Trattato sull’emendazione dell’intelletto)







(Visualizzazioni 195 > oggi 1)