91 anni fa nasceva Ernesto Che Guevara. Se fosse stato delle odierne sinistre fucsia e arcobaleniche, questi sarebbero state le sue frasi passate alla storia:

– Il regime di Batista non si può rovesciare, si può riformare da dentro
– Il concetto di Patria è fascista e maschilista
– La Cuba di Batista ci ha regalato 70 anni di pace
– Le riforme liberali di Batista sono necessarie perchè Cuba non può vivere al di sopra delle sue possibilità
– Lottare per la sovranità di Cuba? È da pazzi!! come potrebbe sopravvivere questa piccola Cuba con la sua monetina??!!
– Una Cuba sovrana sarebbe mangiata viva dagli Stati Uniti
– La globalizzazione liberista è un processo ineluttabile
– Le armi e la disciplina militare sono un retaggio fascista
– Il problema della Cuba di Batista e di tutto il Sudamerica sono i diritti civili
– Il concetto di “popolo” è un retaggio fascista e populista
– Chi afferma che dietro Batista ci siano gli americani è un complottista
– Internazionalismo è cosmopolitismo
– Il concetto di stato-nazione è fascista. Bisogna abolire i confini e permettere la libera circolazione di capitali, merci, servizi, uomini.


“Sai tu di che porti il lutto? Non è cosa morta solo da qualche anno, non si può dire esattamente quando esistette, quando passò: ma fu, è, è in te. Quel che tu cerchi è un tempo migliore, un mondo più bello”. (F. Hölderlin, Iperione)







(Visualizzazioni 634 > oggi 1)