“Da Trump a Salvini, domina il politicamente scorretto”. Così, dalle colonne del rotocalco turboglobalista “La Repubblica”, parlò Zucconi, il ciambellano del politicamente corretto di completamento del dominio tecnocapitalistico planetarizzato.


 

“La morte non è nel non poter comunicare ma nel non poter più essere compresi”. (P.P. Pasolini, Una disperata vitalità)



(Visualizzazioni 965 > oggi 1)