“Una situazione limite, su cui la questura sta già lavorando: sia gli organizzatori sia i manifestanti verranno identificati tramite le immagini e saranno denunciati per la violazione del decreto in materia di restrizioni anticovid.”
Si pensi quel che si vuole di quella piazza, il messaggio è chiarissimo: nel nuovo capitalismo terapeutico, in nome del distanziamento sociale e delle misure emergenziali saranno puniti e repressi manifestazioni e scioperi. Si torna, da questo punto di vista, al capitalismo delle origini: quello che appunto vietava le riunioni della classe lavoratrice.














(Visualizzazioni 614 > oggi 1)