filosofia, diego fusaro filosofo, marx



“Il tempo in cui ogni realtà, morale e fisica, divenuta valore venale, viene portata al mercato per essere apprezzata al suo giusto valore”: così Marx, nel 1847, aveva icasticamente definito l’epoca del capitale, senza spingersi, dai bordi della sua epoca, a prevedere l’avvento di figure iperboliche della mercificazione come l’“utero in affitto” e la “banca del seme”.




“Decidetevi a non servire più, ed eccovi liberi. Non voglio che lo abbattiate o lo facciate a pezzi: soltanto, non sostenetelo più, e allora, come un grande colosso cui sia stata tolta la base, lo vedrete precipitare sotto il suo peso e andare in frantumi”. (É. de La Boétie, Discorso sulla servitù volontaria)



(Visualizzazioni 686 > oggi 1)