“Le ONG suppliscono alle mancanze degli Stati. Andrebbero ringraziate”. Così il fucsia Fratoianni, emblema di una sinistra postmarxista, che ha fatto sua ogni lotta civile per poter meglio giustificare il proprio abbandono della lotta sociale. Gli faccio timidamente notare che le ONG non “suppliscono alle mancanze degli Stati”. Sono pensate ad hoc per aggirare gli Stati e per tutelare l’interesse di gruppi privati. Se Fratoianni fosse rosso e non fucsia, saprebbe che il privato agisce per un solo motivo e si chiama business. Il paradosso delle sinistre fucsia è che ormai sono del tutto al fianco del privato contro lo Stato, del transnazionale contro il nazionale, dell’élite privatizzatrice contro il demos territoriale.





“Fa parte della mia felicità l’impegnarmi perché molti altri comprendano ciò che io ho compreso e perché il loro intelletto e i loro desideri si accordino con i miei”. (B. Spinoza, Trattato sull’emendazione dell’intelletto)







(Visualizzazioni 226 > oggi 1)