Hong Kong, l’ennesima rivoluzione colorata orchestrata a Washington. Obiettivo? Destabilizzare la Cina, Paese non allineato al nuovo ordine mondiale a stelle e strisce.





“Per quanto sia innegabile che in tutte le epoche coloro che erano in grado di elevarsi a un mondo ideale furono sempre una minoranza, mai come al giorno d’oggi, per ragioni che posso passare sotto silenzio, questa minoranza è stata così ristretta”. (J.G. Fichte, La missione del dotto)







(Visualizzazioni 104 > oggi 1)