Vedo il volto di chi nasconde dietro la nobile insegna dell’amore per l’Altro la propria indifferenza verso le sofferenze del popolo che gli sta intorno. L’Altro non è mai chi ho di fronte e che, in quanto non coincidente con l’Altro, può essere lasciato in sofferenza.


"Tutto il dolore umano deriva da questa incapacità di riconoscere nell’oggetto noi stessi, e di sentire perciò la nostra libertà infinita". (G. Gentile, "La riforma dell'educazione")







(Visualizzazioni 6.625 > oggi 1)