Da “Il Resto del Carlino” di oggi:

“Bibbiano (Reggio Emilia), 15 gennaio 2020 – Emergono inediti particolari, assai pesanti, sulla vicenda di una minore, per la quale sono indagati Federica Anghinolfi e Francesco Monopoli. I due avrebbero diradato gli incontri tra la bambina, affidata a una coppia di donne omosessuali Daniela Bedogni e Fadia Bassmaj, indagate, e i genitori naturali, “senza alcuna motivazione, isolando la piccola e impedendo altresì lo scambio di corrispondenza e regali”.

Domani parliamo a Siena della vicenda di Bibbiano e le Sardine (con Donne democratiche di Siena, Archivio UDI, Non una di Meno, Centro Mara Meoni, Donna chiama Donna, Auser, Movimento pansessuale-Arcigay Siena, Anpi e Arci Siena) hanno indetto una manifestazione contro di noi. Un mondo capovolto. Per loro è oscurantismo regressivo e ideologia becera parlare di Bibbiano e denunciare l’accaduto. La nostra tesi è che Bibbiano è il nuovo gender-capitalismo: figli sottratti alle famiglie naturali di umili condizioni e affidate a coppie facoltose, sia eterosessuali sia omosessuali. Distruzione della famiglia, trionfo del diritto del consumatore individuale.





“Noi potremmo chiamarci la Congregazione degli Apoti, di ‘coloro che non le bevono’, tanto non solo l’abitudine ma la generale volontà di berle è evidente e manifesta ovunque”. (G. Prezzolini, lettera, pubblicata su “La Rivoluzione liberale”, n. 28, 28 settembre 1922)







(Visualizzazioni 4.273 > oggi 1)