Facile previsione: Salvini vince e vincerà, perché l’avversione che gli italiani provano per lui sarà sempre inferiore a quella che provano per il liquame fucsia delle sinistre arcobaleno, liberiste e cosmopolite del “più Europa”, “più globalizzazione”, “più migranti”.





"Tutto il dolore umano deriva da questa incapacità di riconoscere nell’oggetto noi stessi, e di sentire perciò la nostra libertà infinita". (G. Gentile, "La riforma dell'educazione")







(Visualizzazioni 92 > oggi 1)