Ancora una volta le sinistre metamorfico-kafkiane fucsia rivelano di aver tradito Gramsci e di essere al servizio di quel capitale, che distrugge la famiglia per atomizzare la società e renderci atomi di consumo senza legami.


“La comunità cittadina non è costituita soltanto dall’identità del luogo, dall’astinenza dal danno reciproco e dalla garanzia dei rapporti commerciali, perché, sebbene queste cose siano imprescindibili per l’esistenza della città, tuttavia, anche se si realizzano tutte, non vi è ancora una città, ma questa è la comunità che garantisce la buona vita e alla famiglie e alle stirpi, e ha come fine una vita indipendente e perfetta”. (Aristotele, "Politica")







(Visualizzazioni 2.454 > oggi 1)