Sul rotocalco turbomondialista “Il Corriere della Sera”, il noto euroinomane Mario Monti, rappresentante dell’interesse dell’élite finanziaria globalista in Italia, parla oggi di “Tsipras moment” (rigorosamente nella neolingua anglofona dei mercati). E si domanda quando anche il governo italiano mollerà la presa e lascerà carta bianca ai tecnocrati delle brume di Bruxelles. Il nostro augurio è che il governo resista e si imponga, in nome della democrazia e della dignità. Contro la dittatura dei mercati apolidi e dei loro manutengoli di completamento.


“Per l’uomo nulla ha poteri così tristi e larghi come il denaro, che città devasta, uomini strappa dalle case, istruisce le menti pure a concepire il male, le perverte e le muta, del delitto indica il passo e l’esperienza schiude a ogni empietà”. (Sofocle, Antigone)



(Visualizzazioni 219 > oggi 1)