Sì, viva l’italiano. Buona l’idea di valorizzarlo. Oltre a metterlo in un museo, suggerisco di parlarlo. Evitando la barbarie della neolingua anglofona.


«Sotto il governo assoluto di uno solo, il dispotismo per arrivare all’anima colpiva grossolanamente il corpo; nelle repubbliche democratiche la tirannide non procede affatto in questo modo: essa trascura il corpo e va diritta all’anima.» (A. de Tocqueville, La democrazia in America)







(Visualizzazioni 165 > oggi 1)