Gli studenti bruciano in piazza i manichini di Salvini e Di Maio. Un gesto patetico, tanto come quello di chi faceva l’analogo con quello della signora Boldrini. La politica come nobile gestione corale della polis in vista dell’ariston, del “meglio”, è stata rimpiazzata ora dal marketing politico (con scelta consumistica del partito da votare), ora da penose scene di degrado psichico collettivo come quelle summenzionate. Una prova in più del fatto che la politica è stata battuta dall’economia.


“Dobbiamo ora rivolgere l’attenzione alla presente condizione dell’anima che vediamo incrostata da mali innumerevoli, come Glauco, il dio del mare, la cui forma originaria può a mala pena essere distinta, perché parti del suo corpo sono state spezzate o corrose o completamente sfigurate dalle onde. Si sono poi aggiunte incrostazioni, erbe, pietre e conchiglie, per cui ora Glauco assomiglia a qualunque altro essere e non più a se stesso”. (Platone, Repubblica)



(Visualizzazioni 4.575 > oggi 1)