Il livello di disperazione del Partito democratico e dei suoi militanti si potrebbe misurare anche da quanta eco ha avuto l’esternazione di Pif, già Iena e già ospite della Leopolda renziana. Per tutto il giorno i siti dei giornaloni hanno ospitato le parole di Pif che invitava i dirigenti del Pd perché cercassero un accordo con il Movimento Cinque Stelle. Dopo il suo intervento, sui social è scoppiato il bubbone-Pif, rimbalzando di profilo in profilo ad alimentare un dibattito surreale di chi ancora non si è rassegnato a passare cinque anni all’opposizione.

Leggi anche: “Squallide cubiste, utili idiote del capitalismo”, Fusaro massacra le femen

 


“Nell’imperialismo planetario dell’uomo tecnicamente organizzato, il soggettivismo dell’uomo raggiunge la sua vetta più alta, e da qui ridiscenderà al piano della uniformità organizzata e vi si instaurerà. Questa uniformità diviene lo strumento più sicuro del dominio completo – cioè tecnico – sulla terra. La libertà moderna della soggettività sorge completamente entro l’oggettività che le corrisponde”. (M. Heidegger, Sentieri interrotti)



(Visualizzazioni 337 > oggi 1)