Il Financial Times ha eletto George Soros uomo dell’anno, descrivendolo come “un baluardo della democrazia liberale che in questo momento è sotto assedio da parte dei populisti”. Le idee dominanti – Marx docet – sono sempre le idee della classe dominante: sono l’ordine socio-economico dominante visto sul piano delle idee. La grande stampa premia Soros, il quale a sua volta foraggia a flusso continuo la grande stampa, affinché lo premi (il cerchio si chiude) e affinché faccia sì che i dominati, anziché rivoltarsi, amino Soros e odino quanti lo critichino. Ci riescono sempre: ci fanno sembrare amici i nemici, e nemici gli amici.


“Se una grande filosofia esprime il pensiero del proprio tempo, essa esprime ugualmente ciò che manca a questo tempo e ciò che è maturo per realizzarsi nel tempo a venire. Solo così essa scava e illumina di riflesso il Nuovo latente, ossia la società migliore, il mondo più vero”. (E. BLOCH, Soggetto-oggetto)



(Visualizzazioni 676 > oggi 1)