E mentre loro fanno i cuori in piazza, i globalisti li massacrano