Tag: deboli

Roberta Lala, candidata per Vox Italiae ad Agrigento

Roberta Lala nota imprenditrice agrigentina, con un passato nel sociale dove si è sempre prodigata in difesa dei più deboli, nonchè amante degli animali, è la prossima candidata al consiglio comunale di Agrigento per le amministrative di Maggio con il partito di Vox Italia; il partito nato dalle idee del fisosofo Diego Fusaro che conta…


Giallofucsia con la livrea arcobaleno, per servire il padronato cosmopolitico

I giallofucsia, con la livrea arcobaleno, sempre in prima linea nel servire i padroni finanziari, mai una volta che vogliano tassare multinazionali e signori della finanza. Si accaniscono sempre contro i deboli.


Cedolare secca. Ecco come il governo giallofucsia colpisce ancora i più deboli

“Cedolare secca sugli affitti a canone concordato: l’ipotesi di aumento dal 10 al 12,5%” (“Corriere della sera”). Il governo giallofucsia, servo del padronato finanziario no border, colpisce ancora i più deboli. Questa volta, direttamente le classi più deboli.


Il rotocalco turbomondialista mostra con gusto la gendarmeria che manganella i manifestanti contro il Global Compact

Con quale gusto gli armigeri del pensiero unico ultracapitalistico guardano ai gendarmi che maganellano i poveracci che sono scesi in piazza contro il Global Compact. E che lì sono scesi non perché siano razzisti, come dice il rotocalco, ma semplicemente perché sanno cosa vuol davvero dire il Global Compact: peggioramento delle condizioni dei più deboli,…


Il bardo cosmopolita invitato a Parigi da Macron, l’uomo dei Rothschild

“Macron invita Saviano all’Eliseo” . Dal sontuoso attico di Nuova York alla gallica Torre Eiffel. Il bardo cosmopolita sempre più antisistema e dalla parte dei deboli: a tal punto che, tra una titillevole aragosta e l’altra, lo invita il prodotto in vitro dei Rothschild, il signor Macron.


Morto un altro lavoratore. Dove sono le magliette rosse?

Operaio travolto e ucciso da blocco di marmo. Aveva un contratto di soli sei giorni. Dov’è la schiera delle magliette rosse, dagli attici sontuosi di Nuova York, dal fastosi panfili di San Torpè e dagli sfarzosi palagi di Portofino? Non una parola di protesta. Non fa notizia, era solo un lavoratore. Di quella classe massacrata…


Diego Fusaro