Tag: diritti

Il figlio non è una merce, il padre non è un consumatore

Il figlio non è una merce, il padre non è un consumatore, la donna non è un utero in affitto. Le classi dominanti chiamano oggi “diritti” i loro capricci individualistici, aspirando a trasformare in legge la loro volontà di potenza consumistica. È l’apice del classismo, il vertice della reificazione.


Il rotocalco turbomondialista “La Repubblica” e i diritti da difendere. Indovinate quali?

Sul rotocalco turbomondialista “La Repubblica” campeggia un articolo di Nadia Urbinati dal titolo “Quei diritti da difendere”. Lo apro con curiosità e, al tempo stesso, col timore di trovare ciò che in effetti trovo. Quali sono i diritti da difendere secondo la Urbinati? Gender è la prima parola che incontro. Chiudo la pagina. La solita…


Di Maio, “Sovranità è una bella parola”. Ben detto!

Di Maio: “Sovranità è una bella parola”. Ben detto. Anche perché è la sola via per difendere il lavoro e i diritti contro la glebalizzazione competitivista.  


Vivere al di sopra delle proprie possibilità?

“Avete vissuto al di sopra delle vostre possibilità”, dicono i turbomondialisti per rimuovere i nostri diritti conquistati, facendoli indebitamente passare per privilegi inaccettabili.


Questione rom? Ve la spiego con Marx

Si rilegga “Sulla questione ebraica” di Carlo Marx. I rom, come gli ebrei, devono avere eguali diritti ed eguali doveri. Non possono essere trattati altrimenti, e dunque non possono avere né riduzioni di diritti né privilegi.


ONG: navi al servigio dei mondialisti

Le ONG, di fatto, richiedono dal basso e dalla “società civile” le “conquiste di civiltà”, i “diritti” e i “valori” che i signori del mondialismo stabiliscono dal’alto. Tali conquiste, diritti e valori sono, di conseguenza, sempre e solo quelli della global class competitivista, ideologicamente contrabbandati come universali: abbattimento delle frontiere, rovesciamento degli Stati canaglia (ossia…


Diego Fusaro