Tag: erasmus

Brexit, via l’Erasmus. Ma è un male?

“Brexit, il Regno Unito dice addio all’Erasmus”. Vi svelo un segreto: chi vuole studiare seriamente all’estero (e non fare movida nottetempo) non ha bisogno dell’Erasmus. Viaggiatori culturali di prim’ordine come Goethe e Nietzsche, Schliemann e Byron non fecero l’Erasmus.


Togliere il voto agli anziani, darlo ai sedicenni. Il sogno del potere

Togliere il voto agli anziani, darlo ai sedicenni. Cioè togliere il voto a chi ha memoria storica dei diritti, delle lotte e della tradizione per darlo alla Erasmus generation della movida e degli apericena, della “mente aperta”(cioè vuota di contenuti) e della vita come startup.


Erasmus, un programma di rieducazione turboglobalista delle nuove generazioni

Erasmus, un programma di rieducazione per far sì che i nuovi precari, privati del futuro e del diritto a esistere stabilmente, vivano questa sciagura come opportunità trendy del mondo globalizzato e libero dai confini e dalla vetusta stabilità borghese.


L’Erasmus serve a farvi vivere come esperienza cool il dramma della mancanza di stabilità

Vi costringono a essere precari,senza famiglia,senza fissa dimora, senza stabilità lavorativa ed esistenziale. E, di più, vi fanno credere che sia un’esperienza cool. Ecco a cosa serve l’Erasmus come nuova Naia del turboglobalismo sradicante: a produrre schiavi lieti di esserlo.


Salvini e Aldo Moro in spiaggia. Due epoche a confronto

Gira in rete la foto di Aldo Moro in spiaggia: composto, olimpico, gravido di dignità. La foto viene contrapposta a quella di Salvini ignudo, baldanzoso e intento a trangugiare una polibibita zuccherina al Papeete, locale ipermondialista della movida della Erasmus generation borderless. Giusta la contrapposizione tra due epoche, quella del capitalismo borghese (Moro) e quella…


Lavare i piatti a Madrid e a Berlino. L’ebete euforia della Erasmus generation

Lavare i piatti a Madrid e a Berlino. L’ebete euforia della Erasmus generation


Rider a 66 anni. Benvenute, chances della globalizzazione!

“‘Sono il rider più anziano’. Vincenzo Fiorillo lo dice con un pizzico di orgoglio: ha 66 anni”. Benvenuti nel Medioevo della precarietà capitalistica.  Senza posto fisso, ecco le chances della globalizzazione per le nuove generazioni, a ciò preparate dall’Erasmus.


Il tragicomico inganno della generazione Erasmus

Il bello della generazione Erasmus è che pensa che sia una conquista andare a lavare i piatti a Berlino e a Madrid.


Il perfido Macron dalle Gallie

Dalle Gallie, Macron asserisce che siamo vomitevoli e disumani. Mi permetto, con olimpica compostezza, di fargli notare che la massa damnata di schiavi deportati dall’Africa parla per lo più il francese, e non perché ha fatto l’Erasmus alla Sorbona. Bensì per le criminali politiche imperialistiche galliche sedimentate nella storia. Tra le quali, recentissima, quella contro…


Continua il lavaggio del cervello Erasmus su “La Repubblica”

Continua il lavaggio del cervello Erasmus su “La Repubblica”. Senza tregua.


Diego Fusaro