Tag: esseri umani

Contro l’umiliazione dell’inginocchiamento a comando

Il razzismo è orrendo. Ma anche l’inginocchiamento conformistico e su comando, degno di pecore e non di esseri umani dotati di logos.


Populismo, sinistre arcobaleno e paradossi quotidiani

V’è un paradosso, che ho discusso in “Glebalizzazione. La lotta di classe al tempo del populismo” (Rizzoli, 2019): il populismo – dicono le sinistre fucsia al servigio dei padroni cosmopoliti – parla alla pancia. Ebbene, le sinistre arcobaleno dimenticano che gli esseri umani, oltre alla testa, cui sempre è è bene parlare, hanno anche una…



La tortura è barbara. Sempre

Giova ripeterlo. La tortura è disumana, perché a) colpisce esseri umani che potrebbero essere innocenti, b) sotto tortura anche l’innocente si dice colpevole. Su questo, Cesare Beccaria è incontestabile.


“Salvare vite in mare”: il ritornello con cui i negrieri del capitale legittimano le deportazioni di africani

“Salvare vite”, il nuovo mantra con cui il padronato e i negrieri impongono le loro abominevoli deportazioni di esseri umani dall’Africa. Obiettivo? Sfruttarli fino alla morte nei campi di pomodoro e abbassare i salari della classe lavoratrice.


Il Vangelo secondo Cristo non è il Vangelo secondo Soros

Il Vangelo secondo Cristo dice: “fate cessare subito la tratta via mare di esseri umani”. Il Vangelo secondo Soros dice: “porti aperti! Libera circolazione di merci e persone mercificate”.


Pd e Leu favorevoli al Global Compact. I soliti servi del capitale

Pd e Leu sono favorevoli al Global Compact, ossia alla libera circolazione degli esseri umani deportati e mercificati a beneficio delle classi dominanti. Ancora una volta i servi del capitale non si smentiscono.


Dalle Calabrie la conferma: non è accoglienza, è deportazione di schiavi dall’Africa

Dalle Calabrie giunge oggi la conferma di ciò che già sapevamo: la neolingua la chiama accoglienza e integrazione, in realtà è deportazione di esseri umani dall’Africa mediante i quali fare profitti.


“Un prezioso carico di esseri umani”. Ora sappiamo che è vero

Ordunque, stando alle tristi nuove che giungono dalle Calabrie e segnatamente da Riace, ora si può asserire senza tema di smentita: si trattava appieno di un “prezioso carico di esseri umani”, come ebbe a definirlo il bardo cosmopolita dal sontuoso attico di Nuova York (12/07/2018).


Ancora lui, il bardo cosmopolita di Nuova York

Così sermoneggiò il bardo cosmopolita prima di rimontare ratto sull’attico sontuoso di Nuova York, tra la guardinga scorta e le titillevoli aragoste: “Grazie presidente! Grazie a Lei la Diciotti è a Trapani, con il suo prezioso carico di esseri umani”. Ordunque, i migranti valgono come “prezioso carico”. Non v’è altro da aggiungere.


Diego Fusaro