Le sinistre seguiteranno a perdere e a coprirsi di ridicolo finché non capiranno che il populismo regressivo à la Johnson non si combatte con il cosmopolitismo liberista, ma con un populismo socialista, antiglobalista e sovranista di tipo rivoluzionario.