Tag: governo gialloverde

Sì al ritorno del gialloverde! È la sola possibilità per ora

Se vi è anche una sola possibilità della ricomposizione del governo gialloverde, essa va seguita incondizionatamente. Nell’odierna fase storica, è la sola possibilità per contenere l’avanzata famelica delle élites globaliste. Se, poi, l’alternativa è il giallofucsia del cosmopolitismo liberista pro-UE o il sovranismo liberista della signora Santanché, allora a maggior ragione va seguita.


Roma, 14 settembre. Nasce un nuovo soggetto populista e socialista, no euro e no Nato

Il fallimento repentino e inglorioso del governo gialloverde ci impone una riflessione sofferta, ma necessaria. Che fine faranno le aspettative dei tantissimi cittadini italiani che- votando in massa per le forze diffamate dal pensiero unico politicamente corretto (ed eticamente corrotto) come “populiste” e “sovraniste”-credevano di avere compiuto una rivoluzione pacifica in danno dei soliti usurai…


Crolla il laboratorio populista, torna il vecchio liquame di destra e sinistra

Il governo gialloverde fu un laboratorio populista non allineato. Ora torna in campo il vecchio liquame, destra e sinistra. Vince il partito unico del capitale, poco importa se destro o sinistro.


La Lega di Giorgetti porta lo scalpo del governo gialloverde ai padroni del sistema liberista

Si temeva che a buttare giù il governo gialloverde fosse lo spread, poi la magistratura, poi ancora la Ue. E invece no: è stata la Lega di Giorgetti a portare lo scalpo del populismo sovranista ai padroni del capitale che gestiscono l’ordine liberista.


Il sistema liberista ce l’ha fatta: ha distrutto il governo gialloverde

L’ho detto e lo ridico. Il governo gialloverde è meglio del liquame fucsia a sinistra e del marciume azzurro a destra. Ma se il governo gialloverde implode, crolla il laboratorio populista e subentra il liberismo allo stato puro. Più Tav, più Usa, più mercato. Questo vogliono ai piani alti, rompere il governo gialloverde.


Ecco come i turbomondialisti proveranno a rovesciare il governo gialloverde

Il partito unico del turbomondialismo glamour cerca in ogni modo di abbattere il governo nazionale-popolare. E lo fa con l’arma del razzismo, contro la Lega. Con l’arma della corruzione, contro i 5Stelle.


Per “La Repubblica” Nato e Ue prima dell’Italia

“Strappi su Russia ed Europa, il nuovo governo gialloverde adesso preoccupa la Nato” (La Repubblica). Ovviamente per gli euroatlantisti di “La Repubblica” Nato e Ue vengono prima dell’interesse nazionale dell’Italia. La sottomissione volontaria come valore, ecco dove si è giunti.


Mercati e Sinistre alleati contro il governo gialloverde

L’ho detto e lo ridico. Destra liberista della Finanza (deregulation dei mercati) e sinistra libertaria del Costume (anarchismo relativistico) procedono sempre insieme. E insieme ora attaccano il nuovo governo populista. Il quale non piace ai Mercati deregolamentati e alle Sinistre demofobiche.


Occorre fare governo gialloverde

Occorre fare governo gialloverde. Subito. Per evitare rivolgimenti. Per evitare che si spacchi il fronte populista di difesa del basso.


Gli euroinomani non vogliono Savona

Si stanno adoperando in ogni guisa per impedire il governo gialloverde. In particolare, stanno provando a bloccare Savona, reo di non essere un euroinomane. Insomma, il voto democratico – ormai s’è inteso – è accettato fintantoché il demos vota ciò che altrove i padroni hanno già sovranamente deciso.


Diego Fusaro