Tag: governo

La demofoba turbomondialista Meli santifica Mario Draghi

“Fossi nel governo accenderei un cero a Santo Mario Draghi”: così ha tuonato la demofoba turbomondialista Maria Teresa Meli, in un acceso e ormai abituale impeto di servile lirismo verso i Mercati, i finanzieri cosmopoliti e gli euroinomani no border delle brume di Bruxelles.


Moscovici e la porta della UE: usiamola per uscire!

Moscovici, “la porta dell’Unione Europea con Roma rimane aperta”. Il signor Moscovici, euroinomane impenitente che pontifica dalle brume senz’anima di Bruxelles, ignora la dialettica della porta: dalla porta si passa per entrare, ma anche per uscire. Auspichiamo vivamente che il governo sappia trovare la forza per usare la porta di Moscovici e dell’Europa in questo…


Gli sciocchi che difendono l’Unione Europea contro il governo italiano

La cosa surreale non è solo che la Banca Centrale Europea imponga al nostro governo cosa fare e non fare (in un palese rovesciamento della democrazia nazionale in dittatura dei mercati apolidi). Ancor più surreale è lo stuolo di sciocchi nostrani che difendono l’operato della Banca Centrale Europea (identificandola senza riserve con l’idea di Europa)…


L’euroinomane Draghi alla riscossa contro l’Italia!

Così l’euroinomane Draghi: “Parole del governo hanno creato  danni agli italiani. Ora aspettiamo i fatti”. Invece la sua lettera del 2011 voluta dalla BCE per privatizzare e distruggere lo Stato fu di sommo giovamento per gli italiani…


La profezia di Salvador Allende si è realizzata. Leggete qui…

“Ci troviamo dinanzi a uno scontro frontale tra le grandi corporazioni internazionali e gli Stati. Questi subiscono interferenze nelle decisioni politiche, economiche e militari da parte di organizzazioni mondiali che non dipendono da nessuno Stato. Per le loro attività non rispondono a nessun governo e non sono sottoposte al controllo di nessun Parlamento…”. (SALVADOR ALLENDE)


Il PD se ne inventa un’altra per non occuparsi della classe lavoratrice

“Martina: il Pd in piazza il 29 settembre contro il governo dell’odio”. Se le inventano tutte pur di non occuparsi della classe lavoratrice, che hanno tradito e massacrato a colpi di jobs act.


Diego Fusaro