Tag: immigrazione

Il bardo del pensiero unico che ortopedizza le masse populiste

Questa sera il signor Saviano, avvolto dal suo tedio patrizio e circondato dalla sua guardinga scorta, è sceso di nuovo dal suo sontuoso attico di Nuova York: su La7, senza contraddittorio, ha tenuto il suo sermone della montagna. Ha – bontà sua – ortopedizzato le masse populiste in senso liberal, cosmopolita e plusimmigrazionista. Operai egoisti,…


Deroghe al salario minimo per l’arrivo dei migranti. Ecco svelato l’arcano

“La CDU di Angela Merkel propone ora di introdurre una deroga al principio del salario minimo garantito: in caso di internship e solo per i primi sei mesi, i rifugiati verrebbero pagati meno di 8,50 euro all’ora, nella speranza di incentivare i datori di lavoro” (2015). Avete capito ora perché il capitale ama tanto l’immigrazione…


Immigrazione di massa: per abbattere i salari e i diritti

Gli stessi che hanno massacrato nel sangue i lavoratori a colpi di “riforme del lavoro” vogliono l’immigrazione a ogni costo. Perché? Per poter ancora massacrare i lavoratori, costringendoli a competere con i nuovi schiavi deportati dall’Africa.


Chiusi i porti? Gino Strada, vi è di che giubilare

Caro signor Gino Strada, dovrebbe giubilare. La chiusura dei porti è un primo passo verso l’arresto dei processi di deportazione di esseri umani che la neolingua capitalistica ipocritamente chiama immigrazione, accoglienza, integrazione.


Da Gramsci a Saviano: la parabola tragicomica della sinistra

Su “La Repubblica” di oggi una patetica arringa di Saviano su sinistra e immigrazione. Se la sinistra abbandona Gramsci e la lotta di classe e si consegna a Saviano e all’immigrazionismo neopadronale è finita per sempre.


Paradossi dell’immigrazione e della politica di destra e di sinistra

Sestri Ponente (Genova), algerino ruba smartphone a una romena: preso grazie a ecuadoriano. Sparigliando le carte logore della politica, la realtà – che è sempre più ricca della teoria, come ricorda l’Amleto shakespeariano – ci restituisce questa scena: il migrante è il ladro; il migrante è la vittima; il migrante è l’eroe. E rivela, una…


Diego Fusaro