Tag: immigrazione

Macché immigrazione! È deportazione di schiavi dall’Africa

Finché non si sarà capito che quella che oggi viene chiamata immigrazione è in realtà deportazione di schiavi, vincerà lo schema dei dominanti. Che in nome di accoglienza e integrazione legittima la deportazione di schiavi dall’Africa un vista dello sfruttamento del lavoro.  


Muore bracciante, condizioni disumane. Ecco le virtù dell’immigrazione

Lecce, bracciante muore mentre lavorava con 40°: non aveva contratto, si chiamava Mohammed. Ecco qui l’integrazione e l’accoglienza, nobili parole dietro le quali si occulta la vera essenza neoschiavista dell’immigrazione di massa voluta dalla destra del danaro e glorificata dalla sinistra del costume. Abbassare i salari della classe lavoratrice, terzomondizzare l’Europa, degradare ulteriormente le condizioni…


Il bardo del pensiero unico che ortopedizza le masse populiste

Questa sera il signor Saviano, avvolto dal suo tedio patrizio e circondato dalla sua guardinga scorta, è sceso di nuovo dal suo sontuoso attico di Nuova York: su La7, senza contraddittorio, ha tenuto il suo sermone della montagna. Ha – bontà sua – ortopedizzato le masse populiste in senso liberal, cosmopolita e plusimmigrazionista. Operai egoisti,…


Deroghe al salario minimo per l’arrivo dei migranti. Ecco svelato l’arcano

“La CDU di Angela Merkel propone ora di introdurre una deroga al principio del salario minimo garantito: in caso di internship e solo per i primi sei mesi, i rifugiati verrebbero pagati meno di 8,50 euro all’ora, nella speranza di incentivare i datori di lavoro” (2015). Avete capito ora perché il capitale ama tanto l’immigrazione…


Immigrazione di massa: per abbattere i salari e i diritti

Gli stessi che hanno massacrato nel sangue i lavoratori a colpi di “riforme del lavoro” vogliono l’immigrazione a ogni costo. Perché? Per poter ancora massacrare i lavoratori, costringendoli a competere con i nuovi schiavi deportati dall’Africa.


Chiusi i porti? Gino Strada, vi è di che giubilare

Caro signor Gino Strada, dovrebbe giubilare. La chiusura dei porti è un primo passo verso l’arresto dei processi di deportazione di esseri umani che la neolingua capitalistica ipocritamente chiama immigrazione, accoglienza, integrazione.


Diego Fusaro