Per ora il giallofucsia è bloccato. Prossimo passo: ritorno al gialloverde e al laboratorio populista. E un po’ alla volta questo occorre fare: fuori dalla Ue, apertura a Russia e Cina, attuazione di una linea keynesiana, difesa dell’interesse nazionale.