Tag: legge

Mirano al risparmio privato degli italiani. Ecco come

“In Italia c’è un grande risparmio privato” (Giuseppe Conte, 16.5.2020). E un grande debito pubblico. Sicché occorre – ci stanno ancora una volta suggerendo questo – prendere dal risparmio privato per sanare il debito pubblico. Vi impediscono di lavorare, non vi danno di che vivere, vi tassano e presto vi porteranno via anche i vostri…


Platone e la legge…

“Cerchiamo di vedere perché la legge tende proprio a questo, quasi fosse un uomo autoritario e ignorante e che a nessuno permette di fare alcunché contro il suo ordine, né lascia che alcuno lo interroghi, neppure a proposito di qualche novità che eventualmente sia accaduta, e che sia migliore rispetto alla norma che lui stesso…


“Rimanete a casa”. Già, ma di cosa viviamo?

Bardi cosmopoliti e milionari di Cortina esortano a rimanere a casa. Non pensano a chi, pur stando a casa, deve egualmente mangiare e dar da mangiare ai figli. Non pensano agli studenti fuori sede, che rispettando la legge sono rimasti in casa a Milano. E men che meno ci pensa il governo, solidale sempre e…


È legge della vita che si ami chi ci è più vicino, non l’estraneo

Amare l’estraneo è l’alibi con cui il pensiero unico cosmopolitico legittima il proprio disinteresse per il vicino. È legge della vita che si ami anzitutto non l’estraneo, ma chi ci è più vicino: i nostri figli e i nostri familiari, i nostri amici e i nostri concittadini.


In Inghilterra stanno per bloccare la Brexit. Decide l’élite, non il popolo

“Sì del Parlamento a una legge per fermare la Brexit senza accordo”. Libere votazioni, sì, ma a patto che democraticamente il popolo voti ciò che l’élite globalista ha già privatamente deciso nei suoi consigli di amministrazione.


Macché accoglienza. È deportazione gestita dal padronato col sostegno delle brigate fucsia

Siete patetici, voi che belate “accoglienza!”.La storia reale non sa nulla di questa “legge del cuore”(Hegel). La storia reale è lotta tra Capitale e Lavoro. E il Capitale massacra il Lavoro usando anche l’”accoglienza”, ossia la deportazione di schiavi da sfruttare. Svegliatevi.


È colpa del padre. Lo dice il rotocalco turbomondialista “La Repubblica”, voce del padronato cosmopolitico

“Terapie, le colpe dei padri”. Così titola il solito rotocalco turbomondialista “La Repubblica”, voce del padronato cosmopolitico. L’attacco al padre come simbolo della Legge è la cifra del nuovo Potere anonimo, edonista e consumista, così come lo tratteggiò Pasolini.


Boldrini e Argento, al servizio del turbocapitale senza padri

Asia Argento e Laura Boldrini unite contro il “patriarcato”, ossia – decriptando la neolingua – contro la figura del padre. Nel capitalismo a liberalizzazione integrale dei costumi e dei consumi non deve esservi il Padre, ossia la Legge: tutto deve essere deregolamentato, ché deve dominare il plusgodimento liberalizzato e illimitato.


Diego Fusaro