Tag: migranti

Drastica misura della Danimarca: io la applicherei ai Signori del capitale

Danimarca, il governo confina sull’isola di Lindholm i migranti irregolari o che delinquono. Lo stesso trattamento sarebbe giusto vedere applicato anzitutto ai Signori apolidi della finanza deterritorializzata che cartolarizzano il futuro dei popoli.


Immigrazione, l’Onu viola i confini italiani e impone politiche globaliste

Migranti, l’Onu: “In Italia violenza e razzismo, manderemo una squadra del nostro personale”. Cioè una potenza straniera occupa l’Italia e impone la linea politica mondialista della deportazione di schiavi dall’Africa per abbassare i salari e colpire la classe lavoratrice. La gravità di tutto ciò è inaudita. La politica nazionale è scavalcata del tutto dall’interesse globalista…


Arrivano in Italia nuovi deportati dall’Africa!

Anche in questi giorni arrivano in Italia altri deportati dall’Africa. Ecco che tutto procede secondo copione. I deportati sono chiamati migranti dalla neolingua. E, in tal guisa, chi si opponga alle abominevoli pratiche della deportazione è condannato dai padroni del discorso politicamente corretto come criminale che si oppone all’integrazione e all’accoglienza.  


Il bardo cosmopolita torna a tuonare dal sontuoso attico di Nuova York

Or ora il bardo cosmopolita, con lucida boccia riflettente, sta sermoneggiando dagli spazi sontuosi del fastoso attico di Nuova York, protetto dalla guardinga scorta dei nerboruti. Lamenta che un carico prezioso di migranti deportati dall’Africa è stato sequestrato. Ovviamente sulla deportazione in sé nulla ha da eccepire, il sommo vate del cosmomercatismo glamour. Anch’egli pare…


Gassmann e la nefandezza sui raccoglitori di pomodori

 


Il caso della nave Asso in Libia

“Nave italiana soccorre e riporta in Libia i migranti. Non era mai successo prima: la Asso 28 coinvolta nel salvataggio di 108 persone. L’atto in violazione delle leggi internazionali sull’asilo”. Così sulle pagine del rotocalco turbomondialista “La Repubblica” (che potrebbe anche chiamarsi “La voce del padrone cosmopolita”) la tristezza per il fatto che non siano…


Diego Fusaro