In mare non esistono taxi, dice il bardo cosmopolita dal sontuoso attico di Nuova York,con i nerboruti della scorta da altri pagata. Infatti,non esistono i taxi, ma le navi private dei nuovi negrieri del capitale esistono eccome. Deportano africani in nome del nuovo colonialismo.