Tag: omosessuali

La falsa protesta del gay pride spiegata con Marx

Già nel 1843, con il suo testo “Sulla questione ebraica”, Marx aveva smascherato la questione dei diritti civili come diritti del bourgeois o, diremmo oggi, del consumatore, che tanti diritti ha quanti può acquistarne. È assurdo – diceva Marx – che gli ebrei chiedano l’emancipazione in quanto ebrei. Essi debbono lottare per l’emancipazione sociale dal…


Cannabia e liberalizzazione. Il mio punto di vista

Riprendo qui alcune mie considerazioni in tema di legalizzazione delle droghe. È la cifra dell’odierna condizione paradossale in cui il diritto allo spinello, al sesso libero e all’irrisione dei valori tradizionali viene concepito come maggiormente emancipativo rispetto a ogni presa di posizione contro i crimini che il mercato non smette di perpetrare impunemente, contro gli…


Gay pride Milano, l’ennesima pagliacciata postmoderna

#pridemilano Il gay pride nulla ha a che fare con la sacrosanta difesa dei diritti degli omosessuali. Con pagliacci sui trampoli e bardati in fucsia e arcobaleno, il  gay pride è un patetico fenomeno di adattamento postmoderno dei costumi al nuovo ordine globalista e post-borghese. Serve a destabilizzare la mentalità dei popoli, a ortopedizzarla in…


Tenetevi forte. Ecco ciò che penso del gay pride

Il gay pride nulla ha a che fare con la sacrosanta difesa dei diritti degli omosessuali. Con pagliacci sui trampoli e bardati in fucsia e arcobaleno, il gay pride è un patetico fenomeno di adattamento postmoderno dei costumi al nuovo ordine turbocapitalistico globalista e post-borghese.


Le sinistre arcobaleno fanno di tutto per non occuparsi dei lavoratori

Per non parlare di lavoro e lavoratori (che odiano e disprezzano), le sinistre si sono inventate nuove classi di riferimento: migranti, omosessuali, femministe isteriche, vegani opulenti.


Le sinistre parlano di tutto fuorché di lavoratori e oppressi

Fateci caso. Curiosamente, nel lessico del PD e delle sinistre libertarie al servizio del capitale si parla solo di migranti, femministe, omosessuali, femminicidi, veganesimo: mai che vengano anche solo pronunziate le parole “operai”, “sfruttati”, “classe dominata”.


Diego Fusaro