“La partita europea dei nostri populisti”. Così titola l’omelia domenicale del demofobo Eugenio Scalfari, sul noto rotocalco turbomondialista “La Repubblica”, voce privilegiata del pensiero unico politicamente corretto al servizio delle élites dominanti.