Tag: politicamente corretto

Dacci oggi la nostra omelia quotidiana globalista di Zucconi

“Da Trump a Salvini, domina il politicamente scorretto”. Così, dalle colonne del rotocalco turboglobalista “La Repubblica”, parlò Zucconi, il ciambellano del politicamente corretto di completamento del dominio tecnocapitalistico planetarizzato.  


“La Francia vince perché è multietnica”. Il nuovo mantra turbomondialista

“La Francia vince perché è multietnica”. Ecco il nuovo mantra politicamente corretto dei padroni del discorso turbomondialisti.


La lieta pagliacciata delle magliette rosse

I boriosi pretoriani del pensiero unico politicamente corretto ed eticamente corrotto hanno ora calzato la maglietta rossa, per sentirsi umani si affrettano a precisare. Per aprire i porti, ossia per realizzare il sogno della mondialista classe dominante turbofinanziaria. Eppure dinanzi ai massacri perpetrati ai danni dei lavoratori, dinanzi all’ecatombe degli imprenditori nazionali ad opera del…


Dal sontuoso attico di Nuova York, con titillevoli aragoste

Un mondo ideale. Fatto di sontuosi attici a Nuova York, boria dei semidotti, noia patrizia, scorte guardinghe da altri pagate, sermoni sferzanti e fustiganti le vili plebaglie populiste e chi le difende. Ecco la vita dei nuovi mandarini al servigio del pensiero unico. Intenti a denigrare le plebi (che pagano per loro le scorte) e…


L’antifascismo oggi, un’espressione del pensiero unico

Giusto ai tempi di Gramsci e Gobetti, e cioè quando il fascismo era in vita, l’odierno antifascismo a più di settant’anni dalla fine dei nazifascismi diventa una funzione espressiva del pensiero unico politicamente corretto. Quest’ultimo, per un verso, fonda sull’antifascismo permanente la critica di tutte le dittature passate, presenti e future, legittimando in tal maniera…


Immigrazione di massa? Colonialismo 2.0

Cari aedi del politicamente corretto glamour e cosmopolita, mi duole precisare che l’immigrazione di massa non ha nulla di emancipativo. Né per i nuovi schiavi del salario africani, né per le vecchie classi lavoratrici martoriate d’Europa. L’immigrazione, meglio deportazione, che voi celebrate è un’arma nelle mani della classe dominante. Che la usa per abbattere i…


Diego Fusaro