Tag: populisti

Ecco l’omelia domenicale del demofobo Eugenio Scalfari

“La partita europea dei nostri populisti”. Così titola l’omelia domenicale del demofobo Eugenio Scalfari, sul noto rotocalco turbomondialista “La Repubblica”, voce privilegiata del pensiero unico politicamente corretto al servizio delle élites dominanti.


Soros uomo dell’anno. Lo decide il rotocalco Financial Times

Il Financial Times ha eletto George Soros uomo dell’anno, descrivendolo come “un baluardo della democrazia liberale che in questo momento è sotto assedio da parte dei populisti”. Le idee dominanti – Marx docet – sono sempre le idee della classe dominante: sono l’ordine socio-economico dominante visto sul piano delle idee. La grande stampa premia Soros,…


Le sinistre fucsia traditrici di Marx e Gramsci

La sinistra snob liberal-libertaria e dalle tonalità arcobaleno – la Sinistra post marxista del Costume – si rivolge esclusivamente ai vincenti del mondialismo e disprezza gli sconfitti e le loro richieste più elementari (protezionismo, difesa dei diritti sociali, occupazione, eccetera): sempre ostracizza queste ultime mediante l’ordine simbolico della neolingua (razzisti, populisti, retrogradi, fascisti, comunisti).


Ennesima risibile omelia di Scalfari contro i populisti

“Quell’asse pericoloso tra populisti e anti-europei”: così nell’omelia mercatistica domenicale di Eugenio Scalfari su “La Repubblica”. Insomma, per il patrizio mondialista i sordidi plebei nazionali-popolari, populisti e xenofobi, rossobruni e complottisti, sono perfino colpevoli di voler uscire dalla sacra Unione Europea.


L’ennesima omelia di Scalfari contro i populisti

“Ecco i rimedi per curarsi dal malanno populista”. Così su “La Repubblica” di oggi Eugenio Scalfari, intellettuale di punta del clero giornalista di completamento della classe dominante global, atlantista, eurista e liberal-libertaria. Ogni anelito di liberazione e miglioramento delle proprie condizioni da parte del popolo precarizzato, pauperizzato e umiliato viene diffamato come “populista” dai signori…


Diego Fusaro