At Romae ruere in servitium consules, patres, eques. Con le parole di Tacito commento questa patetica lettera scritta dai senatori PD per scusarsi con l’ambasciatore francese. E per prendere le distanze dalle giubbe gialle, rivelandosi docili servi dello status quo.