Tag: tragedia

Trent’anni dal crollo del Muro di Berlino. Come tutto cambiò in peggio

Ritengo che il crollo del Muro di Berlino sia la più grande tragedia geopolitica del secondo Novecento. Compatisco gli sciocchi che oggi celebrano con ebete euforia quell’evento, chiamando “liberazione” universale quella che è stata liberazione per il capitale e per il libero mercato. Codesti sciocchi dovrebbero guardare alle condizioni del lavoro e dei diritti sociali…


L’euro ci protegge. E intanto altre famiglie si tolgono la vita

Ieri a Roma una famiglia italiana si è tolta la vita. Prima ha ucciso la moglie, poi si è sparato alla testa. Non potrvano più materialmente pagare l’affitto. Intanto, nello stesso giorno, quasi in contemporanea, Mario Draghi veniva accolto all’Eurosummit da una vera ovazione. “Ha salvato l’euro”, così hanno giubilato i tecnoburocrati senza spirito. L’ha…


La tragedia della Grecia ci insegna cos’è davvero la UE

La tragedia della Grecia ci insegna cos’è davvero la UE


Un libro consigliato

Euroschiavi dalla truffa alla tragedia


Milano, 20 ottobre 1944: 184 bambini uccisi dagli USA

Ore 11,30 del mattino del 20 ottobre 1944 a Milano, nella scuola elementare “Francesco Crispi”, quartiere Gorla: 184 bambini della classe prima vengono travolti e uccisi da ottanta tonnellate di esplosivo. Uno dei tanti bombardamenti dei “liberatori” e filantropici USA. Eppure, tra le tante giornate della memoria, non v’è spazio per questo evento tragico. Già,…


Sciacallaggio, un’altra parola della neolingua

Con la triste vicenda del ponte di Genova, abbiamo appreso un nuovo vocabolo della neolingua: “sciacallaggio” è la diffamazione che si abbatte su quanti, alle lacrime per la tragedia, facciano seguire l’esigenza della ricerca dei responsabili e delle colpe della politica.  


Brexit secondo i giornalisti è tragedia, ma in verità…

“Governo britannico ammette:  con la Brexit, Regno Unito  starà peggio nei prossimi 15 anni”. Ma i dati stanno dimostrando esattamente il contrario. Il Brexit è stato un toccasana. Il clero giornalistico e il circo mediatico continuano a dire che due più due dà cinque.


Diego Fusaro