“Pensate a un tedesco che sposa una donna ebrea per salvarla dalla deportazione. Perché è questo che, più o meno, è successo a Riace”. Così il turboboldriniano Saverio Tommasi. Spiace vedere che questi amabili aedi cosmopoliti del pensiero unico sempre omettano la questione degli “interessi materiali” di marxiana memoria.