Tag: turbomondialista

Ecco la nuova risibile omelia del demofobo Scalfari

Così pontificò, nella sua usuale omelia domenicale, il demofobo Scalfari, dal suo sontuoso scranno presso la sede romana del rotocalco turbomondialista “La Repubblica”, ancora una volta glorificando il patriziato cosmopolitico delle élites no border nemiche del demos italico.


Se un marziano leggesse il rotocalco turbomondialista “La Repubblica” penserebbe che…

Se un marziano leggesse per ventura (non glielo auguro) il rotocalco turbomondialista “La Repubblica”, si farebbe l’idea che a) tutti gli italiani sono razzisti, b) che il razzismo e il populismo sono il solo problema in Italia, c) che i Mercati sono il dio che regna sovrano.


La demofoba turbomondialista Meli santifica Mario Draghi

“Fossi nel governo accenderei un cero a Santo Mario Draghi”: così ha tuonato la demofoba turbomondialista Maria Teresa Meli, in un acceso e ormai abituale impeto di servile lirismo verso i Mercati, i finanzieri cosmopoliti e gli euroinomani no border delle brume di Bruxelles.


Un titolo degno del rotocalco turbomondialista “La Repubblica”

“Paese che vai, faccia da orgasmo che trovi: così la cultura decide il volto del nostro piacere”. Così titola proprio lui, l’immancabile rotocalco turbomondialista “La Repubblica”, voce della postmodernizzazione avanzata delle coscienze.


A “Domenica In” il teatrino del genitore 1 e genitore 2

Mi segnalano che a “Domenica In” va oggi in onda la beatificazione della famiglia con genitore 1, genitore 2 e bambino on demand. Ecco all’opera il nuovo ordine erotico genderizzato di completamento del nuovo ordine mondiale turbomondialista a capitalismo integrale.


L’armata Brancaleone dei genderisti contro madre e padre

“L’anagrafe e i diritti dei figli. Salvini vuole minare il riconoscimento della centralità dei bambini”. Così scrive sul rotocalco turbomondialista “La Repubblica” la sociologa relativista Chiara Saraceno, con l’ennesima tirata contro la famiglia e a favore del nichilismo genderista liberal-libertario.  


Diego Fusaro