Il Turboparenzo elogia il mangiar larve e le delizie del mondialismo


“Per l’uomo nulla ha poteri così tristi e larghi come il denaro, che città devasta, uomini strappa dalle case, istruisce le menti pure a concepire il male, le perverte e le muta, del delitto indica il passo e l’esperienza schiude a ogni empietà”. (Sofocle, Antigone)



(Visualizzazioni 1.171 > oggi 1)