La storia insegna ma non ha scolari, diceva Gramsci. Per questo, siamo condannati a riviverla. E dopo il colpo di Stato del 1992, chiamato “Mani Pulite”, assistiamo ora a un uso politico, a Catania, degli stessi schemi. Lo dissi: abbatteranno il governo con un colpo di Stato finanziario o con un colpo di Stato giudiziario. Siate pronti.


"Ogni uomo infine, all'infuori della sua professione esplica una qualche attività intellettuale, è cioè un "filosofo", un artista, un uomo di gusto, partecipa di una concezione del mondo, ha una consapevole linea di condotta morale, quindi contribuisce a sostenere o a modificare una concezione del mondo, cioè a suscitare nuovi modi di pensare". (A. Gramsci, "Quaderni del carcere")







(Visualizzazioni 957 > oggi 1)