Vince il sì. Ancora una volta: se una cosa può andare male, lo farà. Tempo qualche anno e si farà un nuovo referendum per tagliare ulteriormente il numero dei parlamentari. E così via, finché non si sarà tagliato l’intero parlamento come costo inutile.














(Visualizzazioni 131 > oggi 1)