30 luglio 2015, l’euroinomane Mario Monti: “quando c’è la casa di proprietà il mercato del lavoro è meno mobile”.
10 aprile 2019,
Fmi avverte l’Italia: “Debito continua a salire, peggio della Grecia. Serve tassa sulla prima casa e riforma delle pensioni”. L’élite cosmopolita vuole privarci della casa. Vuole renderci schiavi senza radicamento, migranti apolidi sempre in movimento. L’ho detto e lo ridico: il turbocapitalismo non vuole rendere i migranti come noi, ma noi come i migranti.


“Le manifestazioni più appariscenti che si presentano quando un sistema fa epoca sono i fraintendimenti e la condotta maldestra dei suoi avversari”. (G.W.F. Hegel, Differenza tra il sistema filosofico fichtiano e quello schellinghiano)







(Visualizzazioni 1.094 > oggi 1)